Quali forme di assistenza garantisce l’Enpap ai suoi iscritti?

Quali forme di assistenza garantisce l’Enpap ai suoi iscritti?

Attualmente le forme di assistenza previste dal regolamento dell’Enpap, coprono sostanzialmente tre settori: innanzitutto quello della malattia e dell’infortunio. In questo caso, si può richiedere un indennizzo per i giorni in cui il professionista non può lavorare. Questo indennizzo è calcolato in base al reddito dichiarato e ai giorni di “non esercizio assoluto della professione”. Il periodo di malattia o infortunio deve essere superiore ai 7 giorni e il numero massimo di giornate indennizzabili, in uno stesso anno solare è di 60. L’informazione fondamentale da sapere è che la domanda per ricevere tale indennizzo va presentata entro 5 giorni dalla fine della malattia o dell’infortunio.

Inoltre è stata firmata – con EMAPI – una polizza sanitaria integrativa che prevede l’assistenza per grandi interventi chirurgici e gravi eventi morbosi che copre interamente le spese di ricovero e in genere strumentali (esami, visite, accertamenti), oltre a quelle riguardanti le eventuali terapie. Quello che è necessario sapere è che se si vuole essere visitati e operati in convenzione (ovvero senza dover anticipare i soldi) è necessario passare dal call center dell’EMAPI (800 545 800 dal lun. al ven. dalle 9 alle 18).

Inoltre è previsto un contributo per inabilità temporanee o permanenti riservato ai titolari di pensione del nostro ente ed uno in caso di morte dell’iscritto. In quest’ultimo caso le indennità sono di due tipi: un contributo a titolo di partecipazione alle spese funerarie (che è in corso di revisione) e un assegno di studio per i figli che frequentino regolarmente le superiori, l’università o le scuole di specializzazione. Questo contributo si eroga anche in caso di inabilità dell’iscritto. Oltre a ciò, da qualche anno, è previsto anche un contributo per le catastrofi e le calamità naturali. Questo contributo si riferisce ai danni allo studio dove “risultino esercitare abitualmente l’attività professionale” e ovviamente sia stato dichiarato lo stato di emergenza. Di queste forme di assistenza possono usufruire tutti gli iscritti in regola con i pagamenti.

Chiudi il menu